La Cantina

(non visitabile)

Fin dall'epoca del Palladio il vino ha sempre rivestito un ruolo importante nella vita e nell'economia della Villa.

Cantina Storica della Villa di MaserNell'organizzazione degli spazi, l'architetto vicentino aveva previsto "i luoghi per fare i vini" sotto le eleganti logge e lì vi rimasero per tre secoli, fino a quando attorno al 1850, i Giacomelli, considerata la vocazione delle colline asolane a produrre ottimi vini, vollero ingrandire la produzione e costruirono la cantina attuale adiacente la Villa.

La Villa si trova nel Veneto settentrionale, nel cuore della D.O.C. Montello e Colli Asolani che include le colline a sud delle Dolomiti, ad ovest del fiume Piave, in provincia di Treviso.

Le uve per l'antica cantina sono coltivate secondo le regole della lotta integrata eco-compatibile nei 30 ettari di vigneto attentamente selezionati nel cuore della tenuta di 230 ettari che circonda la Villa.

I vigneti sono ad alta densità di impianto per consentire un basso carico di uva per pianta. Viene prestata particolare cura nel rispettare il rapporto ideale di 1,2 metri quadrati di superficie fogliare per chilogrammo di uva prodotta.

Cantina sotterranea di invecchiamentoLe varietà tradizionali Merlot, Cabernet, Chardonnay, Prosecco, Manzoni Bianco e Verduzzo sono raccolte a mano e rigorosamente selezionate per essere poi lavorate con cura e attenzione sotto la direzione del Dott. Donato Lanati, ricercatore e docente all'Università di Torino, per fornire vini eleganti che esprimano la personalità del territorio altamente vocato del Veneto settentrionale.